Associazione Motociclisti Ticinesi

Il tuo carrello

Non c'è alcun nel carrello.

Giri e tour nel gruppo FB Motociclisti Ticinesi

Il Comitato Direttivo discute in merito alla richiesta di un socio che esprime la volontà di imporre ad ogni membro del gruppo FaceBook l’impossibilità a creare tour/giri in moto dedicati a categorie di persone o motociclette, ponendo esempio ad un tour/giro organizzato e dedicato a sole donne.

Il Comitato tiene a precisare che il gruppo facebook appartiene all’Associazione Motociclisti Ticinesi e tal gruppo viene utilizzato per promuovere le proprie iniziative e l’Associazione.

In merito alla richiesta del socio, comprensibile e condivisibile nella sua preoccupazione e forma, il Comitato ritiene di non avere la facoltà di intervenire, in quanto viene ritenuto di diritto della persona quel di proporre un giro/tour da lui/lei organizzato e dedicato (come ad esempio ad un genere di persona, ad uno stile di guida, ad una marca di moto, ecc), purchè sia descritto in maniera chiara e corretta.

Il Comitato Direttivo trova altresì necessario sottolineare che tutti gli eventi organizzati o promossi dall’Associazione Motociclisti Ticinesi verranno pubblicati con la volontà di unire i motociclisti, ch’essi siano di genere, stile e/o credo diverso; per questa ragione non verranno e mai sono stati organizzati eventi riservati o dedicati, fatta eccezione a veicoli o persone impossibilitate a partecipare ad un determinato evento (ad esempio un evento all’estero dove non può partecipare attivamente e col proprio veicolo chi non ha ancora ottenuto la licenza di condurre, ovvero in possesso solo della licenza di allievo conducente; oppure se in nell’evento è previsto un trasferimento in autostrada ed il motoveicolo del socio non abbia le caratteristiche tecniche e l’omologazione di tale trasferimento; ecc).

Contro tal decisione è facoltà dei soci di rivolgersi alla prossima Assemblea Generale dei soci.

Iniziativa condividi una pizza

Durante il lockdown della primavera 2020 la nostra Associazione, in collaborazione con la sede Ristorante Pizzeria Domino, ha creato l’iniziativa “Condividi una pizza”; ovvero per ogni pizza ordinata veniva preparata e regalata una pizza agli operatori dei reparti e servizi di ambulanza che erano coinvolti con la pandemia in corso. 

Ci scusiamo se con la frenesia dell’illusione di normalità estiva e successive nuove chiusure autunnali non vi abbiamo aggiornato.

Siamo molto fieri di scrivere questo messaggio, perché la nostra iniziativa ha portato alla donazione di quasi 500 pizze suddivise tra i reparti Covid e servizi di ambulanza.

Grazie a tutti, siete dei miti!

Sistema Belga

A chi è che non piace fare un bel giro in compagnia, ma spesso il problema è come organizzarsi per non perdersi e non lasciare indietro nessuno. Sappiamo che stabilire una fila fissa non funziona, ognuno ha il suo passo e nessuno deve prendersi qualche rischio per evitare di rimanere distaccato dal gruppo.

Certo è che organizzare un giro vuol anche dire prendersi la responsabilità degli altri, ma nello stesso modo si deve evitare di creare situazioni di disagio non solo per i partecipanti al motogiro, ma anche a tutti gli altri utenti della strada. Per esempio fermarsi tutti all’improvviso dove non c’è abbastanza spazio e bloccare la viabilità per gli automobilisti o mettersi a bloccare una rotonda finchè non sono tutti passati potrebbe non essere la soluzione migliore.

Ci sono diversi modi per viaggiare in gruppo, uno di essi è il Sistema Belga, composto da poche regole ed applicabile anche senza una eccessiva pianificazione a priori.

1) Si stabilisce la coda del gruppo, essa deve essere riconoscibile da tutti, viene annunciata prima della partenza (se possibile indossare un elemento distintivo tipo gilet o altro)

2) La testa, anche essa nota a tutti, deve conoscere il percorso e piazza un palo (generalmente il motociclista che lo segue) ad ogni deviazione, incrocio, semaforo o situazione dubbia sulla strada da seguire

3) Il palo segnala in maniera chiara a tutti quelli che seguono la direzione da prendere, deve sempre attendere la coda e ripartire immediatamente davanti ad essa riprendendo via via la posizione che gli conviene

Si prosegue in questo modo fino alla tappa intermedia o alla destinazione finale, così facendo la testa può concentrarsi sul percorso e sui bivi a cui prestare attenzione, la secona moto si fermerà ad attendere la coda quando gli viene indicato e sarà poi libera di tornare alle posizioni di testa (sempre nel rispetto degli altri); ognuno darà il suo contributo a turno per la buona riuscita del motogiro.

È buona prassi che la testa e la coda abbiano i reciproci numeri di telefono per contattarsi in caso di problemi.

Si ringraziano per il testo Boris Fantechi ed il sito Motogiro e per i disegni Claudio Antonaci

Nomina dei consiglieri

Il Comitato Direttivo ha deliberato in merito alla suddivisione delle funzioni e compiti:

  • Adriano – Presidente
  • Ivan – Vicepresidente
  • Daniele – Tesoriere
  • Andrea S. – Segretario
  • Emilio – Revisore
  • Andrea P. – Responsabile della sicurezza
  • Dario – Responsabile eventi
  • Deysy – Responsabile comunicazione e web
  • Aleksandra – Responsabile collaborazioni e sponsor
  • Stefano – Responsabile marketing e gadget
Maggiori informazioni nella pagina dedicata!